Catia Massa - Sul lago - Olio su tela cm 80 x100

L’intensità del cromatismo, cifra stilistica dell’artista pescarese, è anche il titolo di una mostra con cui Catia Massa si è fatta meglio conoscere dal pubblico.
Ed è, infatti, il cromatismo che delinea le forme nelle opere della Massa, che, per la sua ricerca artistica sceglie due filoni espressivi, quello astratto e quello figurativo, ad essere il principale soggetto attraverso cui i soggetti prendono forma e le emozioni si sostanziano.
Il lavoro che l’artista pescarese porta avanti si mostra mediante sinuose forme, pennellate che richiamano l’elemento di natura e regalano una realtà immaginifica all’osservatore. Si attua, in verità, una sorta di fusione stilistica anche tra le scelte che sottendono al figurativo, in cui, il valore astratto permane, come fosse un’emersione inconscia, attraverso cui,  vivaci cromie o delicati mélanges, creano sinestetiche raffigurazioni.
Misteriosi , quanto naturali ed affascinanti movimenti, paiono vivere le tele di Catia Massa, come se le linee cercassero un’armonia ed un equilibrio che, dall’astrattismo delle forme, si potessero legare, invece, alla dimensione reale dell’esistenza umana.
La Massa, nella sua formazione da autodidatta, ha avvicinato il mondo dell’arte fin da piccina e, nelle forme che riporta sulle tele è come se i passaggi di vita, l’analisi attuata nel tempo, scorressero come il pennello che crea e colora.
Passato e presente si incontrano, si fondono e nel colore, nella passione per esso, trovano il linguaggio espressivo atto a lasciare che l’epifania creativa dell’artista possa compiersi. La spontaneità che si evince è la stessa con la quale il fruitore si avvicina ai lavori della Massa;  un forte influsso di stampo sensibile è ciò che ne deriva, migrando dall’intenzione e dall’intuizione della pittrice, sino all’interpretazione dell’osservatore.  
La bidimensionalità su cui le scelte pittoriche di Catia Massa prendono forma, non appiattisce, in verità, la rappresentazione, la quale, nel suo inerpicarsi e diramarsi attraverso i quattro lati della tela, nel movimento che imita ma in realtà compie, a ben guardare, è un’altra caratteristica della parabola pittorica vissuta.
L’istintiva creazione del segno si attua anche tramite giochi di luci ed ombre, realizzati attraverso cromie diverse e talvolta contrastanti, che creano atmosfere di particolare intensità.
Nell’opera in mostra, Sul lago, afferente a canoni astratti, nonostante il titolo sia ingannevole, nel rapporto tra significato e significante, forme che imitano in maniera irreale il dato naturale, compongono, attraverso serpeggianti striature di colore, una sorta di paesaggio immaginifico, ma che è un paesaggio, attenzione, dettato dalla nostra mente, che conosce il titolo e, dunque, cerca di ricostruire l’immagine che è cognitiva ex ante e non derivata dall’osservazione scevra da sovrastrutture di pensiero.
Nell’osservare i dipinti della Massa, il consiglio è quello di osservare, affascinarsi, senza chiedersi nulla.
Dopo esser stati rapiti dall’emozione, ragionare, scoprire il titolo, e l’oltre che dietro colori e forme si cela, ma lasciare spazio, in primis, alla libertà immaginativa.

Azzurra Immediato, Critico e Storico dell'Arte
Catalogo "Arte a palazzo" Il Rinascimento ospita le forme del nostro contemporaneo
Novembre-Dicembre 2014
Catia Massa - Nel bosco - Olio su tela - cm 90 x 120

L'INTENSITÀ DEL CROMATISMO


Energia pittorica e vigore cromatico rappresentano i due perni espressivi della ricerca artistica di Catia Massa, che interpreta la realtà mediante un concitato ritmo della pennellata e un rinnovato linguaggio visivo.
Nell'indagine pittorica dell'autrice un significativo equilibrio tra passato e presente è determinato da una riflessione tra la rappresentazione figurativa e l'astrazione dello sfondo, che si fondono nella bidimensionalità dell'immagine.
L'impiego del colore appare vibrante ed istintivo grazie alla brillantezza dell'olio sulla tela e agli accostamenti tonali di forte impatto emozionale.
La spontaneità della pennellata si evince dall'urgenza comunicativa in essa contenuta e dalla frenesia del segno, che scalpita sul supporto dipinto creando un suggestivo gioco dinamico.
Nella pittura di Catia Massa il movimento interagisce con la luce degli incarnati nell'intensità del cromatismo.

Sabrina Falzone, Critico e Storico dell'Arte
Luglio 2013
Catia Massa - In fondo al mare - Olio su tela - cm 80 x 100

E' la Natura la madre di tutte le arti, il centro propulsore dell'indagine pittorica portata avanti con titanica dedizione dall'artista Catia Massa, compiacendo in questo modo lo sguardo dell'osservatore attento.
Giocare tra fauste zone di luce e misteriose aree d'ombra, creando un complesso scenario simbolico.Questo è l'intento ultimo dell'Artista.
Il linguaggio cromatico fa della ricerca il suo status. Cosa si nasconde dunque in fondo al mare?
L'atmosfera è quella del mistero. L'indagine si fa profonda e l'analisi cromatica molto attenta nella sua rappresentazione.

Salvatore Russo, Critico e Storico dell'arte
Rivista d'Arte Boè (Art Museum Il Prado)
Settembre-Ottobre 2010